“The Fighter”, o l’importanza di avere dei buoni attori

attori
Quando un film ha come filo conduttore la boxe, qualunque sia la storia, è inevitabile il confronto immediato con “il Toro” di Scorsese, il paradigma all’interno di questo sottogenere. Storia di superamento, per mostrare quanto in basso si può cadere per un essere umano per essere in grado di vedere il valore reale che è necessario uscire da lì e ri-emergere, sono argomenti che vengono utilizzati in queste opere e che Scorsese ha cercato di perfezione utilizzando il grande Robert De Niro, nei suoi tempi migliori.

Mark Wahlberg

Mark Wahlberg
Senza dubbio, il tema della boxe è una risorsa molto utilizzata per questo tipo di storie così umana, specialmente da una connotazione che si possono trarre da loro e che il direttore di turno è sempre usato: i colpi che dà la vita, mentre il combattente deve rimanere in piedi per molto forte o dolorosa che queste battute d’arresto. Inoltre, se si desidera utilizzare questo argomento per mostrare quanto difficile può essere la vita di un essere umano, e tutto ciò a che fare nel modo più naturale possibile, è quasi indispensabile che la storia che racconto è basato su eventi reali, come nel caso di Scorsese e di come è il caso con l’ultimo film di David O. Russell, “Il Combattente”.

La storia è basata principalmente su due personaggi, i fratelli, interpretato da Mark Wahlberg e Christian Bale. Questa, ex-pugile e crack addict, si occupa della formazione di suo fratello, e, in breve, prendere la tua carriera sportiva quando non sei occupato a saziare la loro dipendenza. Che dire, ci mostra la carriera di un promettente pugile, che sta sprecando la sua carriera e la sua vita, perché nella sua lista di priorità, la famiglia è il primo. I personaggi di Bale, invece, ha le proprie preferenze molto diverse.

Amy Adams

Amy Adams
Con l’introduzione alla storia dei due personaggi, dichiarando che sta girando un documentario sulla sua vita, con interviste incluso, perché siamo in grado di immaginare che cosa succederà nelle prossime due ore, e non sbagli. Senza dubbio questo è l’errore più grande che può essere attribuito alla storia che ci racconta O. Russell: non andando a dirci qualcosa che non abbiamo visto in altri film precedenti di questo tipo, come è il “Toro scatenato”, “Million Dollar Baby” o “Ali”. Tutti loro sono storie di miglioramento personale, ognuno con piccole sfumature che li differenziano e li rendono meglio o peggio, ma il tema di fondo è lo stesso. E in “The Fighter” la stessa cosa che abbiamo visto in qualsiasi di quei film che ho elencato, senza tentare di fornire un nuovo punto di vista, un elemento che porta freschezza al discorso, o, perché no, un finale diverso.

Anche nel migliore dei film di O. Russell, le interpretazioni, sembra che qualsiasi di quei film che mi hanno chiamato. De Niro ha fatto uno dei ruoli migliori della sua vita, Hillary Swank come —che è servito per vincere il suo secondo Oscar— e Will Smith ha fatto la migliore prestazione della sua carriera come Muhammad Ali. Anche il lato del film, come Joe Pesci, o il proprio Clint Eastwood, sono stati all’altezza del ruolo principale. Sono film fatti per guardare l’affare.

Christian Bale

Christian Bale
In “The Fighter”, il vantaggio è che praticamente tutti gli attori che sono di importanza nel film ci danno un paio di interpretazioni colossale, da Mark Wahlberg a Melissa Leo. Wahlberg, anche se si sostiene il ruolo di leader, porta il peso della trama principale anche se in realtà più interessanti del film sono le sottotrame tra i vari personaggi, in modo che la vostra carta rimane un po ‘ alla deriva tra il rilievo e l’indifferenza. Tuttavia non spiccano proprio facendo peggio rispetto ai loro coetanei, anche se è inevitabile avere la sensazione che è un personaggio che è stato collegato a lui e non l’altro senso intorno.
In termini di due attrici alta, Amy Adams e Melissa Leo, il primo interpreta la fidanzata di Wahlberg e il secondo a sua madre. Entrambi rimangono dal primo momento un vero combattente non solo per ciò che è richiesto per il loro ruolo, che si scontrano in noti, ma anche a livello di interpretazione. Precedentemente sconosciuto Amy Adams ci dà una grande prestazione —che è diventato uno dei preferiti del volto di Oscar— mentre Melissa Leo ricopre il ruolo di una madre che soffre, che, nonostante le avversità fa tutto il possibile per la sua famiglia di sopravvivere, come abbiamo visto nella serie Treme.

Scrivi un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà mai pubblicato o condiviso. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*
*